13 Giugno 2021

Clarksdale

2 min read

Open in Spotify

Per visitare il delta del Mississippi il punto di partenza migliore è sicuramente Clarksdale, culla del blues e cittadina estremamente povera con edifici fatiscenti e negozi dalle facciate sbiadite. Un luogo che conserva un’autenticità ed un calore che calamitano il turista a fermarsi più di quanto ci si potrebbe aspettare.

Clarksdale è la musica, vive di musica ed anche sui muri si vede musica con murales che rendono l’atmosfera decisamente unica. Non è un luogo turistico ma estremamente autentico.

Cosa vedere

Delta Blues Museum

Tappa imperdibile per un museo di dimensioni medie ma ricco di cimeli e storia del blues con riferimenti ai cantanti che hanno fatto la storia di Clarksdale come Sam Cook, Dorothy Moore e Muddy Waters. Sito Ufficiale

Crossroads di Robert Johnson

Il crossroads tra la 61esima e la 49esima è presumibilmente dove Robert Johnson strinse il patto con diavolo immortalato nella sua melodia Cross Road Blues, patto che gli permise di suonare la chitarra in maniera ineguagliabile. Le due chitarre azzurre che caratterizzano l’incrocio sono il simbolo di Clarksdale.

Passeggiare a piedi

Non c’è niente di meglio che passeggiare per Clarksdale per poter scoprire tutti gli angoli di questa piccola località così ricca di luoghi e dettagli che sembrano aver fermato il tempo.

Musica dal vivo

Ogni sera in tutti i locali vanno in scena concerti con musica live. Se aperto il consiglio è di andare al Ground Zero, locale di proprietà di Morgan Freeman perfetto per chiudere una giornata in questa cittadina. Sito Ufficiale

Consigli utili

Partite al mattino da New Orleans per sfruttare Natchez come tappa del vostro viaggio per una visita pomeridiana tutt’altro che banale. Fermatevi a dormire una notte per vivere l’atmosfera locale per poi ripartire lungo il Tour della musica.

Hotel

Riverside Hotel la facciata è logora e poco invitante per pernottare ma non bisogna fermarsi all’apparenza perchè pernottare al Riverside Hotel è dormire in un autentico museo del blues. Il Riverside ha ospitato artisti come Sonny Boy Williamson, Robert Nighthawk, Sam Cooke.

Serata

Ground Zero Blues Club

Abe’s Bar,

Yazoo Pass spazio contemporaneo ottimo sia per la colazione che per il pranzo.